Facebook Flickr YouTube E-mail RSS

Posts by
Dott.ssa Elena Poli

Alle Autoren
Menopausa precoce

Foto: Shutterstock

La menopausa precoce è una condizione causata dalla non funzionalità o dall’esaurimento precoce della riserva ovarica prima dei 40 anni che determina quindi anche sterilità. La causa può essere di tipo genetico (difetto del cromosoma X) o mutazione di altri geni autosomici, ma può dipendere anche da autoanticorpi o da sostanze tossiche e nocive (fumo e sostanze chemioterapiche), da esposizione a raggi X, da cause virali o conseguenza di interventi che portino a una demolizione chirurgica delle ovaie come ad esempio endometriosi, cisti o disturbi di questo tipo.

Negli ultimi anni, specie nei paesi sviluppati, si è registrata una certa familiarità e un aumento di menopausa precoce probabilmente dovuta al fatto che l’età del primo concepimento viene ritardata. La diagnosi è anamnestica ma soprattutto effettuata mediante dosaggio ormonale, in particolare FSH e ormone antimülleriano. La terapia generalmente è ormonale sostitutiva mentre la terapia della sterilitá consiste esclusivamente nei programmi di ovodonazione.

Comments Off

La sindrome dell’ovaio policistico (PCO), denominata anche policistosi ovarica o sindrome di Stein Leventhal o micropolicistosi ovarica, è una patologia endocrino metabolica che colpisce circa il 5-10% della popolazione femminile in età fertile e rappresenta quindi il disordine ginecologico più comune delle donne in età riproduttiva. OVAIO POLICISTICO

È inoltre la causa più frequente di infertilità femminile. Purtroppo le cause di questo disturbo non sono completamente individuate ma c’è una probabile componente genetica. I sintomi possono essere di intensità variabile e quelli più comuni sono: assenza di ovulazione, eccesso di ormoni androgeni e resistenza all’insulina, cicli irregolari fino all’amenorrea e conseguentemente infertilità. Si va da forme più blande legate all’evidenziazione ecografica di ovaie con vari follicoli a “collana di perle” e lievi disturbi mestruali, fino alle forme più conclamate a cui si aggiunge un eccesso di testosterone e segni di iperandrogenismo con acne e irsutismo, resistenza all’insulina con obesità, diabete e ipercolesterolemia e amenorrea con infertilità.

La diagnosi si pone con un’accurata anamnesi, un’ecografia ginecologica transvaginale con valutazione delle ovaie e con l’esecuzione di esami ormonali specifici. Nei casi più lievi il quadro si può risolvere riducendo il sovrappeso, aumentando l’attività fisica e con preparati a base di inositolo, mente nei casi più gravi è necessaria una esecuzione di un ciclo di procreazione assistita di secondo livello.

Comments Off

Home Articles posted by Dott.ssa Elena Poli